Visitare Venezia coi bambini: itinerario ed attrazioni

Era da un po’ di tempo che dicevamo che volevamo visitare Venezia, ma a conti fatti c’era sempre qualcosa che ci impediva di farlo. Poi sabato 18 Settembre abbiamo fatto la pazzia: abbiamo preso il treno a Modena, quello delle 13:38 e siamo partiti per una toccata e fuga nella laguna veneta!

Noi adoriamo viaggiare in treno, perché ci permette di riposarci durante il viaggio e non arrivare già carichi di stress. Inoltre se avete la possibilità di prenotare per tempo, troverete sicuramente qualche offerta interessante! Detto ciò, di seguito troverete alcuni riferimenti utili per visitare Venezia coi bambini.

Visitare Venezia coi bambini in un giorno

Siamo arrivati in stazione Santa Lucia intorno alle 16:30 e appena scesi dal treno ci siam ritrovati il Canal Grande davanti ai nostri occhi: stupendo! Ci siamo incamminati per un pit stop in hotel: volevamo liberarci di inutili bagagli e cambiarci, perché faceva un caldo pazzesco.

Per questa gita a Venezia, abbiamo soggiornato per una notte al Best Venice Hotel, che definirei meraviglioso e pulitissimo: tutta la magia di Venezia da vivere in tre location suggestive ed emozionanti. Vi dico solo che le mie bambine non volevano più tornare a casa. LOL

Ma quando siamo usciti, stanchi e intontiti, dalla stazione di Venezia e abbiamo visto il Canal Grande e i palazzi marmorei che sfioravano l’acqua melmosa, quel gioiello di cultura che si dondolava sui canali fetidi e muffosi, abbiamo improvvisamente compreso quanto forte e tenace è l’uomo e quanto meraviglioso è il suo spirito, e si è destato in noi un tale amore per l’umanità, l’umanità con le sue pene e le sue epidemie; e siamo penetrati ad occhi aperti dentro un sogno, perché Venezia è il sogno di ogni città…

(Abraham Yeshoua)

Visto l’orario, abbiamo optato per il caratteristico giro in gondola, scelta azzeccatissima, perché tra l’altro né io e né mio marito ci eravamo mai stati ed è stata l’esperienza che è piaciuta di più in assoluto a tutta la famiglia! Il nostro giro in gondola è durato 40 minuti circa e ci siamo subito addentrati in piccoli canali, a mio avviso davvero suggestivi, per poi sfociare in Canal Grande ad osservare Ca’ Foscari (sede universitaria) i palazzi storici come Palazzo Grassi, Ca’ Rezzonico, Gallerie dell’Accademia.

La tariffa ufficiale di un giro in gondola di 30 minuti è di 80€, è indubbiamente caro ma, secondo noi, merita la pena attraversare i canali di Venezia, osservando il paesaggio, mentre il gondoliere racconta la storia degli edifici storici. Ma poi chissà quando ci ricapiterà di visitare Venezia?!

Una volta scesi dalla gondola, ci siamo diretti a piedi alla Basilica Santa Maria della Salute, che peraltro stanno ristrutturando la facciata, ma era già chiusa 🙁 Poco male, perché poco più avanti c’é Punta della Dogana, che ci ha regalato un tramonto suggestivo!

Visitare Venezia coi bambini: non dimenticate Punta della Dogana, che regala una vista pazzesca su tutta la laguna.

Dopo aver visto Punta della Dogana, siamo saliti sul vaporetto diretti a nord del Canal Grande e il nostro sabato si è poi concluso davanti a un bel piatto di pasta con le vongole, in un ristorantino senza troppe pretese, ma vicino a l’hotel dove soggiornavamo, Trattoria alle Burchielle, trattoria tipica veneziana specialità carne e pesce.

Le principali linee di Vaporetto:

Linea 1: Una delle più utilizzate dai turisti è la linea 1, che percorre lentamente il Canal Grande dalla stazione degli autobus di Piazzale Roma fino al Lido, effettuando delle fermate intermedie in alcuni luoghi d’interesse, come Piazza San Marco, Ca’ Rezzonico o il Ponte di Rialto.

Linea 3: Collega Piazzale Roma a Murano.

Linea 7: Collega Piazza San Marco a Murano.

Linea 10: Si tratta della linea più rapida per raggiungere il Lido da Piazza San Marco.

Linea 18: Realizza il tragitto dal Lido a Murano.

Tariffe
Il prezzo di un biglietto, valido 60 minuti, è di 7,50EUR.

Se volete muovervi fino alla fermata seguente o attraversare Canal Grande, potete utilizzare il traghetto ordinario spendendo 5€.

Orari
In generale, il servizio del vaporetto è attivo dalle ore 4:30 alle 00:30.

Visitare Venezia coi bimbi in un giorno è fattibile, anche senza troppi programmi.

L’indomani mattina ci siamo messi in cammino alla volta di Piazza San Marco e nel tragitto siamo passati sul famoso Ponte di Rialto, una piccola città nella città, piena di negozietti e bancarelle: è il ponte più antico dei quattro che attraversano il Canal Grande e dal punto più alto si può godere di una splendida vista.

Visitare Venezia coi bambini in un giorno

La nostra camminata è continuata tra strette calle, fin a Piazza San Marco, il cuore o il salotto di Venezia, chiamatela come volete, questa piazza sempre affollata da centinaia e centinaia di turisti e piccioni 😉

Su di essa si affacciano i simboli storici della città: la Torre dell’Orologio, l’orologio astronomico e il Leone di San Marco, il Campanile di San Marco, alto quasi cento metri, dalla cui cima potrete godere di una vista mozzafiato sull’intera laguna.

Ma a farla da padrona è l’imponente Basilica di San Marco, maestosa ed elegante, che con le sue altissime cupole e i suoi grandi mosaici. A fianco il Palazzo Ducale, dove al suo interno potrete visitare gli storici appartamenti del Doge, l’armeria, il cortile, le logge e tutte le varie sale istituzionali.

Inutile dirvi che c’erano lunghe code all’entrata dei monumenti, pertanto é consigliato acquistare i biglietti online o partecipare ad uno dei diversi tour guidati che vengono organizzati, per evitarle.

Il Ponte dei Sospiri rimane il ponte più suggestivo: situato a pochi passi da Piazza San Marco, questo ponte collega il Palazzo Ducale alle Prigioni della Serenissima. Il nome infatti deriva dai sospiri dei condannati, che lo attraversavano per l’ultima volta, prima di venir rinchiusi per sempre nelle loro celle.

Visitare Venezia: il Ponte dei Sospiri.

A pochi metri da Piazza San Marco troverete i giardini reali di Venezia.

Come ultima meta della nostra domenica mattina (al pomeriggio ci aspettava il treno del rientro) ci siamo diretti alla suggestiva Libreria Acqua Alta, scrivo così, perché i libri sono stipati in arredi alternativi, tipo vasche da bagno e imbarcazioni veneziane, tutto questo poi proteggere la massiccia mole di volumi dal fenomeno dell’acqua alta.

Lì è possibile trovare una grande quantità di titoli prevalentemente di seconda mano o fuori catalogo e almeno tre gatti, po’ selvatici, attenzioni alla mani 😉 Purtroppo non ho scattato fotografie, ma solo dei video, che ho salvato nelle mie Storie in evidenza su IG.

Abbiamo ripreso il vaporetto, direzione nord per avvicinarci al Hotel per riprendere il nostro trolley e pranzare prima di tornare a casa: siamo andati a colpo sicuro con Trattoria alle Burchielle, così abbiamo usufruito del 10% di sconto che il ristoratore riserva ai clienti affezionati!

Spero che queste informazioni vi siano utili, anzi vi chiedo di scrivermi nei commenti se avete suggerimenti per visitare Venezia, perché alla fine un giorno non é mai abbastanza! Anzi, chi di voi ha visitato l’isola di Burano?


Potrebbe interessarti Vita all’estero: intervista ad Alessandra Una romana in America.

Benvenuti sul mio blog

Se sei un espatriato, italiano o no, curioso di sapere come si vive negli Stati Uniti o in cerca di consigli utili, sei nel posto giusto.

Restiamo in contatto

La mia pagina Facebook

Archivi

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.